L’Agopuntura è risultata efficace nel trattamento dell’artrite reumatoide

agopuntura e artrite reumatoide

Recenti studi hanno dimostrato che l’Agopuntura è efficace nel trattamento dell’artrite reumatoide.

I ricercatori del Second Affiliated Hospital of Anhui University of Traditional Chinese Medicine, combinando agopuntura e farmaci, hanno concluso che l’Agopuntura aumenta l’efficacia della terapia farmacologica utilizzata nel trattamento dell’artrite reumatoide.

I pazienti che hanno ricevuto sia farmaci che agopuntura secondo un protocollo combinato hanno ottenuto una maggior efficacia rispetto ai pazienti che hanno assunto solo la terapia farmacologica. I ricercatori hanno concluso che l’aggiunta dell’agopuntura alla terapia farmacologica standard è efficace nell’ alleviare i sintomi dei pazienti e nella regolazione degli indici di laboratorio correlati all’artrite reumatiche (Fattore reumatoide, proteina C reattiva, VES, piastrine, fibrinogeno, D-dimero).  Lo studio è stato approvato e finanziato dalla National Natural Science Foundation of China.

Biomarcatori

Prima di vedere i risultati, vediamo quali sono i marcatori utilizzati nello studio e il loro significato clinico. Il Fattore Reumatoide (FR) è una proteina presente nei pazienti affetti da artrite reumatoide. Il FR può attaccare i tessuti sani nel corpo. La proteina C-reattiva (PCR) è una proteina prodotta dal fegato in risposta all’infiammazione e nel presente studio è stata misurata con un test ad alta sensibilità. La velocità di sedimentazione degli eritrociti (VES) riflette il livello di infiammazione dell’organismo; essa misura la velocità con cui i globuli rossi del paziente raggiungono il fondo della provetta di analisi. Più alta è la loro velocità di sedimentare, più alto è il livello di infiammazione.

PCR e VES giocano un ruolo importante nella valutazione del grado di severità dell’artrite reumatoide. [3] 

Il Fibrinogeno è una glicoproteina prodotta dal fegato che si trova normalmente nel sangue. 

Il D-dimero è un prodotto di degradazione della fibrina che risulta dalla degradazione dei coaguli ad opera della fibrinolisi. Fibrinogeno e D-dimero sono strumenti diagnostici essenziali perché riflettono l’attività del sistema fibrinolitico e anormalità del sistema fibrinolitico giocano un ruolo importante nella patogenesi dell’artrite reumatoide [4].

La conta delle Piatrine è un altro strumento che riflette l’attività della malattia e la risposta al trattamento. [5]

Metodi

I ricercatori (Zhu et al.) hanno arruolato un totale di 56 pazienti dal Anhui Provincial Acupuncture Hospital, tutti affetti da artrite reumatoide diagnosticata tra gennaio 2016 e marzo 2017.

Sono stati applicati i seguenti criteri di inclusione:

  • Diagnosi di artrite reumatoide secondo i criteri stabiliti nel 2010 dall’ American College of Rheumatology (ACR)/European League Against Rheumatism (EULAR) [6]
  • Età compresa tra 18 e 80 anni
  • Acquisizione del consenso informato
  • Un punteggio di attività di malattia (DAS-28) >2.6 secondo gli standard stabiliti da EULAR [7]

Sono stati applicati i seguenti criteri di esclusione:

  • Artrite reumatoide associata ad altre malattie del connettivo
  • Artrite reumatoide con grave deformità articolare
  • Artrite reumatoide con punteggio DAS-28 ≤2.6
  • Trattamento biologico (anti-TNF/IL-1) nei 3 mesi precedenti
  • Stato di gravidanza o allattamento
  • Comorbilità cardiovascolare, cerebrovascolare, ematopoietica, epatica, renale
  • Disturbi neurologici e psichiatrici

I partecipanti sono stati suddivisi in modo casuale in un gruppo di studio e in un gruppo di controllo, con 28 pazienti in ciascun gruppo. Entrambi i gruppi erano equivalenti per genere, età, durata di malattia. 

Il gruppo di studio era composto da 7 maschi e 21 femmine con età media 51 e durata di malattia 11.3 ±7.6 anni. 

Il gruppo di controllo era composto da 7 maschi e 21 femmine, età media 53 anni, durata di malattia 12.8 ±8.1 anni.

Trattamento

In entrambi i gruppi i pazienti hanno ricevuto una identica somministrazione di farmaci. 10 mg di methotrexate e 5 mg di folati somministrati una volta alla settimana. Il methotrexate è un immunosoppressore utilizzato nel trattamento dell’artrite reumatoide e di altre malattie autoimmuni. Uno degli effetti collaterali di questo farmaco è il deficit di folati. La supplementazione con folati si utilizza per prevenire questo effetto secondario. In aggiunta a questo trattamento sono stati somministrati 0,3 g di ibuprofene due volte al giorno. L’ibuprofene è un farmaco anti-infiammatorio non steroide con attività analgesic e anti-infiammatoria. 

Un ciclo di trattamento comprendeva 30 giorni di somministrazione delle compresse. Sono stati effettuati 3 cicli di trattamento.

Solo il gruppo di studio ha ricevuto il trattamento con Agopuntura.

In tutti i pazienti del gruppo di studio sono stati stimolati i punti di Agopuntura

  • BL18 (Ganshu)
  • BL20 (Pishu)
  • BL23 (Shenshu)
  • LI4 (Hegu)
  • LI11 (Quchi)
  • ST36 (Zusanli)
  • Ashi points (local)

utilizzando aghi sterili monouso 0.30 x 25 mm o 0.30 x 40 mm raggiungendo una profondità di infissione standard. Gli aghi sono stati rimossi dopo 30 minuti.

Il trattamento con agopuntura ha avuto una frequenza giornaliera per 6 giorni alla settimana. Un ciclo di trattamento era composto da 30 giorni. Sono stati effettuati 3 cicli di trattamenti.

Valutazione dello studio

Per misurare i risultati sono stati utilizzati strumenti soggettivi e oggettivi. 

Innanzitutto sono stati valutati gli indici ematici comprendenti FR, PCR, VES, Piatrine, Fibrinogeno, D-dimero. Successivamente è stata valutata la stasi di Sangue assegnando uno score secondo le Clinical Guidelines for Traditional Chinese Medicine New Drugs as a reference. [8]. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese l’Artrite Reumatoide è una Sindrome Bi, che fa riferimento al deficit di circolazione del Qi (Energia) e alla stasi di sangue. Per valutare il grado di severità della stasi di Sangue sono stati presi in considerazione i disturbi articolari, il colore delle labbra, l’esame della lingua, l’esame del polso, le ecchimosi subcutaneee e le condizioni della cute.

Infine il punteggio relativo allo stato di attività della malattia è stato assegnato valutando il numero delle articolazioni dolenti e tumefatte tra 28 prese in esame (DAS-28) secondo quanto stabilito da EULAR. 

Un DAS-28 score >5.1 indica una alta attività di malattia. Un DAS-28 score >3.2 e ≤5.1 indica una attività di malattia media. Un DAS-28 score >2.6 e ≤3.2 indica bassa attività di malattia. Un DAS-28 score ≤2.6 indica lo stato di remissione.

Risultati

I livelli di FR, PCR, VES, Piastrine, Fibrinogeno e D-dimero sono significativamente migliorati in entrambi i gruppi alla fine del periodo di studio.

I valori di PCR, VES, score relativo alla stasi di Sangue, DAS-28 score sono risultati significativamente migliori nel gruppo di studio rispetto al gruppo di controllo. 

La percentuale di efficacia complessiva del gruppo che ha ricevuto il trattamento con agopuntura è risultato 85.7% (24/28), più elevato rispetto al 75.0% (21/28) relativo al gruppo che ha ricevuto solo il trattamento farmacologico.

L’aggiunta dell’Agopuntura al trattamento farmacologico ha aumentato la percentuale di efficacia del 10.7% Zhu et al. Hanno concluso che l’Agopuntura è efficace nel trattamento dell’artrite reumatoide e migliora la qualità di vita dei pazienti. 

 

References

[1] Zhu Y, Yu HW, Pan YZ, Yang J, Wu B, Hu X, Cao YY. Acupuncture combined with western medicine on rheumatoid arthritis and effects on blood stasis [J]. Chinese Acupuncture and Moxibustion, 2018,38(05):479-482+489.

[2] medlineplus.gov/lab-tests/erythrocyte-sedimentation-rate-esr

[3] Silva I, Mateus M, Branco JC. Assessment of erythrocyte sedimentation rate (ESR) and C- reactive protein (CRP) on rheumatoid arthritis activity prediction [J]. Acta Reumatol Port. 2010;35(5):456-62.

[4] Dessein PH, Joffe BI, Stanwix AE. High sensitivity C-reactive protein as a disease activity marker in rheumatoid arthritis. J Rheumatol. 2004;31(6):1095-7.

[5] Yazici. S, Yazici. M, Erer. B, Çalik. Yalkin, Ozhan. H, Ataoglu. S. (2010). The platelet indices in patients with rheumatoid arthritis: Mean platelet volume reflects disease activity[J]. Platelets. 21. 122-5.

[6] Villenenve E, Nam J, Emery P. 2010-ACR-EULAR classification criteria for rheumatoid arthritis[J]. Rev Bras Reumatol, 2010,50(5): 481-483.

[7] Prevoo ML, van, t Hof MA, Kuper HH, et at. Modified disease activity scores that include twenty- eight-joint counts. Developent and validation in aprospective longitudinal study of patients with rheumatoid arthritis[J]. Arthritis Rheum, 1995, 38(1): 44-48

[8] Zheng XY. Clinical guidelines for traditional Chinese medicine new drugs (for Trial Implementation) [M]. Beijing: China Medical Science and Technology Press, 2002: 390-395.