L’Agopuntura aumenta l’efficacia dei farmaci nella nevralgia del trigemino


L’Agopuntura aumenta l’efficacia della terapia farmacologica per la nevralgia del trigemino del 20%.

I ricercatori dell’ Affiliated Huzhou Traditional Chinese Medicine Hospital of the Zhejiang Chinese Medical University hanno concluso che l’Agopuntura associata alla carbamazepine comporta consistent vantaggi per i pazienti affetti da nevralgia del trigemino, una patologia dolorosa della faccia che coinvolge il 5° paio di nervi cranici.

La monoterapia con carbamazepina ha una percentuale di successo del 70%. L’aggiunta dell’agopuntura aumenta la percentuale al 90.3%. [1]

La carbamazepina è un farmaco antiepilettico normalmente utilizzato nel trattamento del dolore neuropatico. Il presente studio conferma che l’aggiunta dell’Agopuntura produce significativi e duraturi effetti positivi.

I risultati sono stati misurati mediante VAS scoring, frequenza del dolore, questionario SF-36 alla fine dei trattamenti.

L’SF-36 è un questionario che esplora numerosi parametri della vita del paziente tra cui attività fisica, attività sociale, dolore fisico, salute mentale, stato emozionale e stato percepito di benessere. Bassi punteggi all’SF-36 denotano scarsa qualità della vita.

Entrambi i gruppi (monoterapia farmacologica, terapia farmacologica più agopuntura)hanno dimostrato miglioramenti significativi dopo la fine dei trattamenti. Tuttavia, il gruppo che ha ricevuto anche il trattamento con Agopuntura ha evidenziato risultati significativamente migliori. Il VAS score è stato 5.07 ±0.83 nel gruppo che ha ricevuto l’agopuntura e 5.13 ±0.88 nel gruppo che ha ricevuto solo il farmaco.

La frequenza del dolore è stata rispettivamente 8.21 ±1.89 oltre alla settimana e 10.14 ±2.13 volte alla settimana.

Una successiva analisi è stata effettuata a 6 medi di distanza dalla fine dei trattamenti.  I risultati hanno dimostrato che l’agopuntura associata al farmaco ha prodotto valori più bassi di VAS score e di frequenza dei sintomo e più elevati score dell’SF-36 rispetto alla somministrazione del solo farmaco.Il VAS score è stato 2.37 ±0.72 nel gruppo agopuntura + farmaco, e 4.26 ±1.03 nel gruppo in monoterapia. La frequenza del dolore è stata 3.00 ±2.74 volte a settimana nel gruppo agopuntura e 4.26 ±1.03 volte a settimana nel gruppo in monoterapia. Lo score SF-36 è stato180.51 ±15.25 nel gruppo che ha ricevuto l’agopuntura e150.59 ±12.38 nel gruppo che non l’ha ricevuta.

Si è quindi evidenziata una differenza statisticamente significativa tra i due gruppi relativamente a tutti i parametri, indicando che l’Agopuntura aumenta l’efficacia del trattamento nel lungo termine.

Materiali e Metodi

Nel presente studio sono stati trattati e valutati 61 pazienti con diagnosi di nevralgia del trigemino. I pazienti sono stati divisi in modo casuale in due gruppi: il gruppo A, composto da 31 pazienti, ha ricevuto l’agopuntura alla terapia farmacologica; il gruppo B, formato da 30 pazienti, ha ricevuto solo il farmaco.

Criteri di inclusione:

  • Diagnosi di nevralgia del trigemino secondo quanto previsto dalla terza edizione dell’ International Classification of Headache Disorders (ICHD-3)
  • Attacchi dolorosi frequenti
  • Età compresa tra 18 e 80 anni

Criteri di esclusione:

  • Comorbilità cardiaca, epatica o renale
  • Infezioni, ulcere e altre anomalie nei siti di infissione degli aghi
  • Neoplasie maligne, malattie del sangue, disordini cerebrovascolari
  • Gravidanza e allattamento

Il gruppo A (Agopuntura + farmaco) era composto da 13 maschi e 18 femmine. L’età media del gruppo A era 54 anni. La durata media di malattia del gruppo A era 4.74 anni.

Il gruppo B (solo farmaco) era composta da 12 maschi e 18 femmine. L’età media era 59 anni. La durata media della malattia era 6.62 anni. Non era presenta alcuna differenza statisticamente significativa relativa a genere, età e durata di malattia tale da condizionare i risultati dello studio.

Trattamenti

Entrambi i gruppi hanno ricevuto un identico trattamento farmacologico. A tutti i pazienti è stata somministrata carbamazepina alla dose iniziale di 100 mg aumentata di 100 mg al giorno fino al raggiungimento del controllo del dolore. LA dose media somministrata è stata 400-800 mg al giorno. La dose massima è stata 1200 mg. Dopo aver raggiunto il dosaggio massimo, la dose di farmaco è stata gradualmente diminuita fino ad ottenere la dose minima efficace. I dosaggi sono stati somministrati divisi in due somministrazioni al giorno. Ogni ciclo di trattamento è consistito in 7 giorni di terapia farmacologica. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a 4 cicli di terapia in totale.

I punti principali di Agopuntura utilizzati nel gruppo A sono stati:

  • Heart (auricular acupuncture)
  • Lung (auricular acupuncture)
  • Shenmen (auricular acupuncture)
  • LI20 (Yingxiang)
  • EX-HN-22 (Anmian)
  • ST36 (Zusanli)
  • ST2 (Sibai)
  • ST4 (Dicang)
  • ST7 (Xiaguan)
  • ST44 (Neiting)
  • LV3 (Taichong)
  • Ashi points

Per il dolore oftalmico sono stati aggiunti:

  • BL2 (Cuanzhu)
  • GB14 (Yangbai)

Per il dolore mascellare sono stati aggiunti:

  • ST3 (Juliao)
  • SI18 (Quanliao)

Per il dolore mandibolare sono stati aggiunti:

  • CV24 (Chengjiang)
  • ST6 (Jiache)

Dopo aver proceduto alla disinfezione dei siti di agopuntura, sono stati infissi aghi sterili monouso 0.25 × 40mm, perpendicolarmente alla cute, con tecnica di inserzione rapida. E’ stata utilizzata la tecnica di dispersione per la manipolazione degli aghi. Gli aghi sono stati lasciati in situ per 30 minuti. 

Il trattamento è stato effettuato giornalmente, 6 volte alla settimana. Ogni ciclo di trattamento prevedeva 6 giorni consecutivi di trattamento seguiti da un giorno di pausa. Tutti i pazienti del gruppo A hanno effettuato 4 cicli di trattamento.

Analisi dei risultati

Tutti i pazienti sono stati valutati prima e dopo l’intero trattamento. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a scala analogica visuale (VAS) per la misurazione dell’intensità del dolore. Per tutti i pazienti è stata documentata la frequenza degli attacchi dolorosi. Tutti i pazienti sono infine stati sottoposti ad una analisi della qualità della vita mediante questionario SF-36. 

Alla fine del trattamento, le percentuali di efficacia per ogni paziente sono state raggruppate secondo 4 livelli: 

  • Guarigione: il dolore è cessato e non si è ripresentato ad un controllo di follow-up effettuato 6 mesi dalla fine del trattamento
  • Efficacia significativa: il dolore è diminuito in maniera significativa con attacchi dolorosi ridotti del 75%
  • Efficacia: dolore diminuito e attacchi diminuiti del 50%
  • Inefficacia: nessun cambiamento nel dolore e attacchi diminuiti meno del 25%

Conclusioni

I risultati indicano che il trattamento  che associa l’Agopuntura al farmaco risulta più efficace del solo trattamento farmacologico. Il trattamento con carbamazepina risulta efficace nel 70.0% dei casi mentre l’associazione carbamazepina + Agopuntura risulta efficace nel 90.3% dei casi. Questo studio dimostra che l’Agopuntura è sicura ed efficace per trattare la nevralgia del trigemino. 

Una caratteristica importante dei protocolli terapeutici effettuati secondo la Medicina Tradizionale Cinese è quella di produrre risultati positivi sia nel breve che nel lungo periodo senza causare significativi effetti collaterali avversi.

 

Reference

[1] Pan ZQ, Fu RY, Lin XM. Clinical Study on Mind-regulating Acupuncture in Treating Primary Trigeminal Neuralgia [J]. Shanghai Journal of Acupuncture and Moxibustion, 2017, 36(9):1069-1073.